Veio Notizie

Regione Lazio, rievocazioni storiche: ok a delibera di giunta per albo e piano triennale

Regione Lazio, rievocazioni storiche: ok a delibera di giunta per albo e piano triennale

Regione Lazio, rievocazioni storiche: ok a delibera di giunta per albo e piano triennale
gennaio 24
16:49 2017

La commissione Cultura e spettacolo del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Cristian Carrara, ha espresso parere favorevole a maggioranza con osservazioni, sullo schema di delibera di Giunta che disciplina l’albo regionale delle rievocazioni storiche. Via libera con lo stesso atto anche al programma degli interventi per il periodo 2016-2018, con uno stanziamento di 300 mila euro: 139 mila a titolo di trasferimenti ad amministrazioni locali e 161 mila a istituzioni sociali private. Il provvedimento ha ricevuto il solo voto contrario di Pietro Sbardella (gruppo Misto), nonché le astensioni dei consiglieri del Movimento 5 stelle Gianluca Perilli e Gaia Pernarella. Ha partecipato ai lavori l’assessore al Turismo Massimiliano Smeriglio.

Il provvedimento torna ora in Giunta per l’approvazione definitiva. Potranno presentare richiesta di iscrizione all’albo i Comuni nei quali si svolge la manifestazione di rievocazione storica e le istituzioni sociali, associazioni private senza scopo di lucro e onlus che hanno come fine statutario la conservazione della memoria storica del territorio. E’ richiesto che le manifestazioni di rievocazione storica siano organizzate da almeno cinque anni. Gli eventi iscritti entreranno a far parte del calendario annuale delle manifestazioni storiche e potranno utilizzare, nell’attività di promozione, la dicitura “manifestazione storica di interesse locale” e il logo regionale del Turismo. L’iscrizione all’albo permetterà di presentare la domanda per accedere ai contributi previsti dal piano degli interventi. La tenuta e l’aggiornamento annuale dell’albo sono affidate all’Agenzia regionale del Turismo.

Accolte, dalla commissione, diverse osservazioni. Una di queste, di iniziativa di Pernarella, intende garantire la tutela degli animali nell’ambito delle iniziative. Inoltre, una del consigliere Perilli che chiede di inserire nell’elenco delle tipologie delle rievocazioni anche lo “sport della tradizione” e quella del consigliere Piero Petrassi (Centro Democratico) che domanda di includere tra i soggetti interessati a richiedere l’iscrizione all’albo anche le Unioni dei Comuni. Altre osservazioni hanno riguardato: ulteriori criteri di ammissione all’albo, valutazione di qualità delle domande di iscrizione, modalità di accesso ai contributi e criteri di valutazione delle rievocazioni ai fini del riconoscimento del contributo. Accolta pure l’osservazione di Eugenio Patanè (Partito democratico) con cui si chiede di aggiungere, alla documentazione che deve essere allegata da un’istituzione sociale ai fini dell’iscrizione, “la delibera di Giunta o di Consiglio comunale” o altro atto autorizzativo del Comune che ospita la manifestazione

Rinviata a una prossima seduta la discussione del secondo punto all’ordine del giorno di oggi, la proposta di legge n. 288 del 2015, recante “Norme per il riconoscimento, la promozione e il sostegno dei diritti alla conoscenza e allo studio nella Regione Lazio”. Marta Bonafoni (Sinistra italiana-SEL), da parte sua, ha espresso l’esigenza di un ciclo di audizioni propedeutico all’esame del testo nel merito.

Hanno partecipato alla seduta anche i consiglieri Michele Baldi (Lista Zingaretti), Daniela Bianchi (SI-SEL), Rosa Giancola e Gian Paolo Manzella (entrambi del Pd).

Related Articles

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi